Presentazione Libri

 
 
 

DOMENICA 22 MAGGIO 2022
DALLE 17,00
APERILIBRO

Presentazione del libro "Cicatrici dal passato" di Carmen Reitano + aperitivo
E' necessaria la prenotazione
Serena: 331 4560280
Pina: 333 2381389
alveare.milano@gmail.com

Cicatrici dal passato: un thriller tra storia e introspezione psicologica

Cicatrici dal passato, avvincente romanzo di esordio di Carmen Reitano, tiene con il fiato sospeso chi legge nel corso di tutto lo svolgersi della trama. Suspence, mistero ma anche storia e introspezione psicologica sono gli ingredienti principali che rendono questo thriller un libro dalle tante sfaccettature, ovvero è possibile leggerlo da diversi punti di vista. C'è la parte romanzata che, come dicevo, tiene letteralmente con il fiato sospeso fino all'ultimo rigo. Ma Cicatrici dal passato ha anche dei risvolti storici molto importanti. La trama infatti affonda le sue radici in uno dei periodi più bui della storia d'Italia: gli anni di piombo, regalando a chi legge una panoramica molto chiara ed efficace di come si viveva in quegli anni. Scorrendo le righe, si possono provare molte delle emozioni e vissuti di quegli anni, come fare un salto indietro nel tempo. Inoltre Cicatrici dal passato è anche un romanzo che entra nella psicologia dei personaggi, scandagliandone gli stati d'animo e facendoci vivere il sentire dei principali protagonisti.
La scrittura di Carmen è cristallina ed elegante, porta per mano chi legge attraverso l'avvincente trama, preoccupandosi di non far perdere mai il filo e tenere sempre viva l'attenzione.

Carmen Reitano 
Carmen Reitano, nasce a Milano (1958) dove vive e lavora presso uno degli studi legali più noti della città. Nel 2005, stanca del ritmo frenetico della metropoli, si trasferisce in Romagna, regione ideale per lei che ama il mare, il buon cibo, la musica e la buona compagnia. Anima libera, ha fatto suo il detto “il buon gusto è un’arte, ma l’eleganza è un dono”

 

-----------------------------------------------------------------------------
 
 
 
 
QUANDO LA PROPRIA VITA E’ UN’AVVENTURA POLITICA
 E’ USCITO “GRANDI DONNE - VOL. PRIMO. GIO’ GIO’ DELL’UNIVERSO”, IL NUOVO LIBRO DI GIOVANNA FONDA 
 
foglia2-280x426.jpg
 
Il nuovo libro autobiografico di Giovanna Fonda “GRANDI DONNE - VOL. PRIMO. GIO’ GIO’ DELL’UNIVERSO” si configura come un intreccio avventuroso, molto avvincente, in cui si racconta la sua vita, la storia di una giovane donna alle prime esperienze da adulta che si sperimenta con il mondo, e, più in particolare, con quello del femminismo degli anni ‘70. La storia di Giovanna è una storia di forza, coraggio, voglia di vivere e sperimentare ma soprattutto è una costante ricerca di libertà, libertà femminile, fuori dagli schemi imposti, dalle concettualizzazioni correnti per trovare il suo personale spazio nel mondo. La sua è una vita avventurosa ma la particolarità è che le sue vicende possono essere lette come un percorso politico di ricerca del senso di sè, della sua differenza femminile, della libertà, del suo posto nella società che avviene sia personalmente sia in relazione significativa con altre donne del movimento politico del femminismo.  Più in dettaglio, il libro presenta tre piani: uno squisitamente narrativo, in cui leggendo si viene letteralmente travolti dal racconto e dalle vicissitudini di Giovanna. Una storia avvincente quindi e ricca di spunti di ispirazione per la vita di chi legge.C’è anche, come accennavo prima, un piano politico. Giovanna ricerca il suo posto nel mondo, ricerca la libertà in quanto donna, fuori dal simbolico maschile, fuori dalle regole e dal tracciato creato da maschi per i maschi. Non lo fa da sola ma in relazione ad altre donne del movimento che l’accolgono nelle loro comuni e vivono appassionanti avventure politiche con lei.C’è poi ancora un piano, quello spirituale. Giovanna fa delle esperienze particolari, esperienze che assomigliano ai viaggi astrali ma che forse però sono qualcosa di ancora più complesso e inspiegabile. Non si tratta di fantascienza, è, al contrario, è un’esperienza importante che le accade e segnerà profondamente la sua vita per sempre. E’ una parte del libro particolarmente profonda e coinvolgente che rapisce l’attenzione della lettrice, del lettore. Personalmente per me il libro è stato fonte di ispirazione. Da donna femminista, ho letto l’esperienza di Giovanna come stimolo per continuare il mio percorso politico con passione, cercando la mia libertà fuori da schemi e convenzioni. Anche se, in questo periodo storico e in questo luogo del mondo, le donne sono piuttosto libere, ci sono tanti condizionamenti ancora ben radicati dentro di noi che ci condizionano in modo anche molto ma molto pesante. Giovanna con il suo esempio mi spinge ad individuarli e a liberarmene con tutta la forza e il coraggio di cui dispongo e che leggendo il libro mi sento spinta ad usare. Una storia che mi ha dato molta forza e mi ha spinto a tirar fuori la mia grinta e la mia determinazione.